BIGENITORIALITÀ RESPONSABILE

Icon Heading

Per il sostegno e la promozione del benessere delle famiglie monogenitoriali A cura di Gengle Onlus: attività di formazione realizzata all’interno del progetto “Bigenitorialità responsabile” per il sostegno e la promozione del benessere delle famiglie monogenitoriali approvato con D.D.R. 18515/18 con il contributo di Ministero del Lavoro edelle Politiche Sociali e Regione Toscana

Il progetto nasce per dare una risposta al bisogno di sostegno della famiglia monogenitoriale, nelle varie fasi della sua evoluzione, al fine di prevenire e favorire il superamento delle situazioni di vulnerabilità psicologica, relazionale, sociale ed economica prima che scivolino nella povertà materiale ed educativa e nell’esclusione sociale, per promuovere l’empowerment di tutto il sistema famiglia in quanto soggetto attivo e risorsa essenziale per gli individui che lo compongono e per la società.
Il fulcro di tutto il progetto risiede nel concetto di “bigenitorialità responsabile” che unisce quello di “responsabilità genitoriale”, capacità di prendersi cura e di rispondere in modo adeguato ai bisogni affettivi e materiali dei figli secondo le loro capacità, inclinazioni naturali e aspirazioni, a quello di “bigenitorialità”, diritto di ogni figlio a mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con entrambi i genitori, a ricevere da entrambi cura, educazione e istruzione, nonché a conservare rapporti significativi con i nonni e con altri eventuali parenti di entrambe le parti, anche dopo la separazione o il divorzio.
Il diritto alla bigenitorialità, contenuto già nella Convenzione sui diritti del fanciullo del 1989, resa esecutiva in Italia nel 1991, è stato riconosciuto in Italia dalla legge n. 54 del 2006 che riconosce il principio della bigenitorialità attraverso l’affido condiviso.
Bigenitorialità non significa trascorrere uguale tempo con entrambi i genitori, ma significa partecipazione attiva da parte di entrambi i genitori nel progetto educativo, di crescita, di assistenza della prole, in modo da creare un rapporto equilibrato che in nessun modo risenta dell’evento conflittuale della separazione.
La bigenitorialità però, in Italia, a tutt’oggi rimane quasi del tutto inapplicata nel suo significato più profondo. Per questo motivo occorre promuovere una responsabilità educativa condivisa che riconosca nella famiglia la prima forma di società al cui interno ha inizio il processo educativo, per una crescita sana ed equilibrata che continui anche nel momento in cui la famiglia attraversa una trasformazione.
Il progetto sperimenterà e realizzerà una serie di interventi multidisciplinari e di servizi innovativi integrati che agiranno sui diversi componenti della famiglia monogenitoriale (madri e padri separati, genitori single, figli, nonni) e sui professionisti che, con funzioni e competenze diverse, operano sulla sistema famiglia, per offrire interventi e servizi di promozione delle risorse, di prevenzione, di sostegno, di consulenza e di formazione.

La sessione MATTUTINA avrà inizio alle ore 10.45 ed è dedicata ai professionsiti del settore.

Durante l’incontro sono previsti i seguenti interventi:

Avvocato:

Inquadramento delle novità normative in ambito di separazione, divorzio e affido condiviso.

La negoziazione assistita e il divorzio breve.

La Carta dei diritti dei figli dei genitori separati.

Registro della bigenitorialità.

Significato, funzioni, esempi in Italia.

Psicologo:

Professionalità e separazione. Come il professionista puòporsi davanti all’altro (il cliente) che soffre.

Inquadramento della situazione psicologica ed emotiva di chi vive una separazione.

Mediatore familiare:

Cosa è la mediazione familiare e come si raccorda

con i percorsi degli altri professionisti “della separazione e del divorzio”.

L’importanza di costruire “rete” tra i professionisti

Le risorse del territorio.

Censimento dei servizi effettuato da Gengle Onlus

La sessione POMERIDIANA inizierà alle 15.45 ed è aperta a tutti.

Sono previsti i seguenti interventi:

Avvocato:

Novità normative in ambito di separazione, divorzio e affido condiviso.

La negoziazione assistita e il divorzio breve.

La Carta dei diritti dei figli dei genitori separati.

A cosa serve il Registro della bigenitorialità.

Psicologo:

“Fare rete” con gli altri genitori e “Ritagliarsi un’isola felice” come strategia per non farsi sopraffare dalle emozioni e affrontare il cambiamento.

Il counseling: una metodologia dello psicologo per il sostengo relazionale.

Mediatore familiare:

Cosa è la mediazione familiare e quali sono i suoi benefici all’interno di un percorso di separazione o di conflitto.

La mediazione familiare e i percorsi con gli altri professionisti.

I benefici e le opportunità dei Gruppi di parola per bambini, adolescenti e adulti che affrontano la separazione o il divorzio.

Le risorse del territorio a disposizione delle famiglie.

Censimento dei servizi effettuato da Gengle Onlus

EVENTO GRATUITO, PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA info@gengleonlus.org  – Tel.:334.1200.719