Supporto allo studio e potenziamento per alunni con bisogni educativi speciali e disturbi dell’apprendimento. Il progetto è attualmente attivo su FIRENZE.

L’attività di supporto scolastico GENGLE nasce dalla volontà di provare a garantire ad ogni famiglia che ne abbia bisogno la possibilità di far accedere i propri figli a percorsi educativi importanti, ma spesso costosi.

I percorsi proposti – individuali e personalizzati – pongono lo studente nella condizione di essere attore attivo del proprio apprendimento e mirano allo sviluppo generale delle competenze, tenendo conto di tre obiettivi collegati tra loro: incrementare la motivazione allo studio con strumenti utili a potenziare le competenze di ogni singolo ed a sviluppare strategie idonee per l’apprendimento didattico; sviluppare l’autonomia scolastica attraverso l’acquisizione di un proprio metodo di studio; potenziare l’autostima gestendo al meglio le proprie emozioni mediante lo sviluppo delle capacità comunicative e relazionali.

I percorsi di potenziamento per alunni con bisogni educativi speciali (BES) e disturbi dell’apprendimento (dislessia – disgrafia – disortografia e discalculia) (DSA) – anche non ancora certificati – saranno organizzati attraverso metodologie di didattica inclusiva.

La scuola sembra troppo difficile?
Le difficoltà scolastiche stanno creando sempre più problemi?
Vedi tuo figlio in difficoltà o troppo svogliato?
Non sai a chi rivolgerti per aiutare il tuo bambino nell’apprendimento, perché è dislessico?

ATTIVITÀ PROPOSTE:

  • Attività ludiche finalizzate all’apprendimento dei rudimenti della scrittura e della lettura sviluppando curiosità e interesse.
  • Attività ludiche che sviluppino il rispetto delle regole e dei compagni.
  • TUTOR DEGLI APPRENDIMENTI per studenti con bisogni educativi speciali (BES) e disturbi dell’apprendimento (DSA)
  • POTENZIAMENTO DEGLI APPRENDIMENTI (letto-scrittura, calcolo) E DELLE COMPETENZE (organizzazione, elaborazione, esposizione) per studenti con difficoltà scolastiche
  • TUTOR DEGLI APPRENDIMENTI per studenti con bisogni educativi speciali (BES) e disturbi dell’apprendimento (DSA)
  • POTENZIAMENTO DEGLI APPRENDIMENTI (scrittura e calcolo) E DELLE COMPETENZE(organizzazione, elaborazione, esposizione) per studenti con difficoltà scolastiche
  • POTENZIAMENTO DEGLI APPRENDIMENTI DI DISCIPLINE SPECIFICHE
  • POTENZIAMENTO DELLE COMPETENZE DIDATTICHE  MEDIANTE L’ACQUISIZIONE DI STRATEGIE ADATTE ALLA COSTRUZIONE DEL PROPRIO METODO DI STUDIO
  • POTENZIAMENTO DEGLI APPRENDIMENTI DI DISCIPLINE SPECIFICHE
  • TUTORAGGIO NELLA PREPARAZIONE DI INTERROGAZIONI E VERIFICHE

Tutte le attività sono svolte nel pieno rispetto delle norme di contenimento per la prevenzione del Covid-19.

Tutti i docenti che aderiscono al progetto edu-gengle sono professionalmente qualificati.

LE ATTIVITÀ DI SUPPORTO ALLO STUDIO INIZIERANNO DA GIOVEDÌ 1° OTTOBRE
C/O SEDE GENGLE via San Giovanni Bosco 33

servizi integrativi:

Icon Heading

POSSIBILITÀ DI INTEGRAZIONE DEL PERCORSO INDIVIDUALE  (scuola materna – primaria – secondaria 1° grado)

Là dove se ne valuterà l’utilità, in accordo con la famiglia, i percorsi potranno essere integrati con attività complementari:

  • lavoro a piccoli gruppi per sviluppare le capacità di attenzione/concentrazione e di collaborazione/rispetto delle regole;
  • integrazioni con attività di psicomotricità funzionale per potenziare le competenze necessarie agli apprendimenti (motricità fine, concetti di spazialità, simbolizzazione ecc.);
  • interventi con attività teatrali atti a rafforzare le competenze creative, comunicative, relazionali e di gestione delle emozioni

INCONTRI GRATUITI  PER I GENITORI

Verranno organizzati incontri informativi per i genitori al fine di supportare le famiglie nell’accompagnamento allo studio a casa.

Come accedere al servizio

COME ACCEDERE AL SERVIZIO

Il progetto di supporto allo studio GENGLE offre servizi a prezzi calmierati per venire incontro alle esigenze delle famiglie mono genitoriali, famiglie che stanno attraversando situazioni di difficoltà, anche economica, a seguito di una separazione o di un lutto.

Per informazioni: Dott.ssa Paola Coppi – pedagogista familiare

+39 3662435521

MANDACI IL TUO CURRICULUM:

Valutiamo i c.v. di insegnanti, pedagogisti ed educatori, tutor degli apprendimenti, laureati con esperienza di insegnamento o ripetizioni, PER IMPLEMENTARE LO STAFF E AVVIARE IL PROGETTO ANCHE IN ALTRE SEDI E CITTÀ.

Scrivi a info@gengleonlus.org

Per informazioni:

Dott.ssa Paola Coppi – pedagogista familiare

WhatsApp +39 3662435521

CONTATTACI PER AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI

CHI C’E’ DIETRO AL PROGETTO EDU-GENGLE:

Mi chiamo Paola e sono una pedagogista familiare, specializzata nel supporto genitoriale e nella comunicazione familiare in presenza di bambin* ed adolescenti, anche e soprattutto in situazione di difficoltà come separazioni, lutti, o problematicità di vario genere che si ripercuotono sul piano relazionale ed affettivo e, spesso, scolastico; ho competenze ed esperienza nelle tecniche di potenziamento degli apprendimenti e didattica inclusiva a sostegno di alunn* con difficoltà scolastiche o con bisogni educativi speciali e disturbi dell’apprendimento;  sono una formatrice teatrale, attiva soprattutto in percorsi di teatro d’inclusione sociale e prevenzione al drop out (bullismo, problemi di integrazione ed inclusione, educazione al rispetto delle differenze) e pedagogico (potenziamento delle autonomie, sviluppo dell’autostima, gestione delle emozioni). Ho lavorato, negli ultimi 15 anni, in molte città italiane e Paesi diversi, anche complessi, come l’Africa o i Balcani, occupandomi di progetti di sostegno ai minori.

Sono anche una mamma gengle di un bambino con bisogni educativi speciali. Conosco, quindi, in prima persona le difficoltà a cui si può andare incontro ed anche la fatica e la frustrazione del genitore ed ancor più del figli. Sono certa che ogni bambino/a possa raggiungere il proprio pieno sviluppo se ascoltato e stimolato nel modo più consono alla sua natura, sono ancora più certa che ogni bambino, soprattutto se in una situazione emotiva complessa, abbia il diritto di accedere ai migliori percorsi di supporto.